La Nuova Legge Sul Partneriariato Pubblico-Privato (PPP) In Vietnam Entrerà In Vigore A Gennaio 2021

Posted by Reading Time: 3 minutes
  • La riforma del partenariato pubblico-privato (PPP) in Vietnam mira ad attrarre consistenti investimenti privati e stranieri chiarendo il quadro giuridico esistente.
  • I cambiamenti introdotti rispondono alle crescenti esigenze di investimenti, soprattutto infrastrutturali.
  • Sebbene permangano alcune incertezze, il Governo ha dimostrato la sua volontà di rendere il Vietnam un ambiente favorevole agli affari.

L’Assemblea Nazionale del Vietnam ha recentemente codificato in legge le disposizioni sui progetti di partenariato pubblico-privato (PPP). La nuova legge sul PPP, che entrerà in vigore il 1 ° gennaio 2021, riduce le incongruenze con altre leggi o decreti applicabili.

Il seguente articolo fornisce una breve panoramica di alcune delle principali modifiche rispetto all’attuale quadro normativo.

5 maggiori cambiamenti rispetto alla normativa attuale

Settori di investimento: L’ampiezza del quadro normativo è stata ridotta a cinque settori di investimento: trasporti, sanità, istruzione, reti di trasmissione e acqua. Gli investitori impegnati nei settori citati possono beneficiare di incentivi, come ad esempio un’imposta privilegiata sul reddito delle società, l’esenzione o la riduzione del canone di locazione dei terreni, il supporto del credito e altro ancora.

Requisiti patrimoniali: I progetti nell’ambito di PPP devono soddisfare la soglia minima di 200 miliardi di VND (8,56 milioni di dollari USA) in capitale di investimento totale. La soglia puo’ essere ridotta a seconda del tipo di progetto e dell’area in cui si trova.

Partecipazione pubblica: La nuova legge limita la partecipazione pubblica in progetti di PPP al 50% del capitale di investimento totale per ciascun progetto. Ciò include il finanziamento per la bonifica dei terreni.

Condivisione del rischio: I progetti di PPP possono beneficiare di un meccanismo di allocazione del rischio derivante da cali di fatturato: lo Stato condividera’ con l’investore il 50% della differenza tra le entrate effettive ed il 75% delle entrate stimate nel piano finanziario del progetto di PPP.

Garanzie statali: Il Governo si impegna fornire garanzie agli investitori privati e stranieri con l’obiettivo di attrarre capitali. Esempi, tra gli altri, includono garanzie di accesso e usufrutto della terra, fornitura di servizio civile, diritto d’ipoteca sulla proprietà e condivisione del rischio.

Riflettori puntati sulle infrastrutture

Il nuovo quadro normativo in tema di PPP risponde alla crescente necessita’ di attrarre nuovi capitali per finanziare progetti infrastrutturali, in particolare nei cinque settori sopramenzionati.

Secondo Fitch Solutions, la nuova legge sul PPP è destinata a promuovere lo sviluppo delle infrastrutture in Vietnam. L’azienda prevede che la crescita delle costruzioni sarà in media del 6,8% all’anno dal 2021 al 2029.

Con oltre 98 grandi progetti infrastrutturali in fase di pianificazione destinati come PPP, 58 dei quali nel settore dei trasporti, la nuova legge sul PPP sarà sicuramente messa alla prova. In precedenza, il progetto di autostrada Nord-Sud che collega Hanoi ad Ho Chi Minh City non e’ stato implementato nell’ambito di uno schema di PPP a causa di complicazioni relative alle offerte. L’auspicio e’ che la nuova legge rilanci le opportunità di PPP con l’aumentare della necessità di investimenti in infrastrutture di qualità.

Gli investitori stranieri giocheranno un ruolo sempre più importante nel prossimo decennio, in particolare nel mercato delle infrastrutture e delle costruzioni in Vietnam. Le aziende private e straniere possono cogliere opportunità in aree in cui hanno vantaggi competitivi: progettazione, consulenza, costruzione e gestione di progetti tecnicamente impegnativi e fornitura di beni industriali di alto valore, solo per citarne alcuni.

L’apertura e la natura competitiva del mercato delle infrastrutture si riflette nel mix di nazionalità dei Paesi che operano in Vietnam. In testa è la Corea del Sud che detiene il 17% delle quote di mercato, seguita dal Giappone al 14% e dalla Cina al 10% circa. Complessivamente, le società straniere rappresentano il 57% del mercato, il che indica che la percentuale di dominanza locale è inferiore in Vietnam rispetto ad altri paesi del Sud-Est asiatico.

Tre tematiche da considerare

Sebbene la nuova legge sul PPP rappresenti certamente un miglioramento rispetto al precedente quadro normativo, gli investitori devono essere consapevoli di una serie di potenziali sfide.

In primo luogo, l’erogazione di fondi statali può essere difficile, soprattutto dato che la sovrapposizione di normative in alcuni documenti legali potrebbe dissuadere le special-purpose entities – entita’ costituite per gestire l’investimento infrastrutturale – dal ricevere una partecipazione pubblica la capitale di rischio.

In secondo luogo, la risoluzione delle controversie può essere difficile per gli investitori stranieri dato che il processo di solito passa attraverso i tribunali vietnamiti anziché i centri di arbitrato internazionali.

Infine, terza tematica, procedure amministrative farraginose devono essere completate e sono prodromiche all’investimento. Tuttavia, il Governo ha già adottato una serie di misure per migliorare l’ambiente imprenditoriale, il che è un segnale incoraggiante.

Nel complesso, la nuova legge sul PPP introduce alcuni chiari miglioramenti volti ad attrarre maggiori investimenti privati e stranieri.

Sebbene persistano alcune incertezze sull’applicazione di alcune disposizioni normative, le modifiche rispondono alle preoccupazioni degli investitori.

Pertanto, il Governo e gli investitori devono continuare il dialogo costante e lavorare insieme per migliorare e rafforzare il quadro attuale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *