La nuova Legge sugli Investimenti esteri del Myanmar

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

La Commissione per gli Investimenti del Myanmar (Myanmar Investment Commission, MIC) ha recentemente annunciato che la nuova legge sugli investimenti sarà in vigore da aprile 2017. La Legge sugli Investimenti, approvata dalla camera bassa il 28 settembre e dalla camera alta il 5 ottobre, è stata firmata dal Presidente Htin Kyaw il 18 ottobre.

Sebbene il testo della Legge debba ancora essere ultimato, gli aspetti chiave sono stati invece resi noti. La Legge sugli Investimenti combina infatti la precedente Legge sugli Investimenti per i cittadini birmani con la Legge sugli Investimenti esteri, ponendo fine a questa anomalia unica nella regione ASEAN. Le novità della nuova Legge prevedono un nuovo procedimento di approvazione del MIC, aggiornamenti relativi all’entità degli incentivi fiscali, e semplificazioni sui contratti di locazione per gli investitori stranieri. Anche se il Myanmar rimane una difficile meta per gli investimenti a causa dell’incertezza politica in corso e di un quadro giuridico e normativo relativamente poco sviluppato, la nuova Legge sugli Investimenti riflette il continuo impegno del Paese ad attrarre investimenti diretti esteri.

Principali caratteristiche della Legge sugli Investimenti

Procedimento di approvazione

La Legge sugli Investimenti introduce un nuovo procedimento di approvazione per gli investimenti locali ed esteri. Vi saranno quindi due procedure di approvazione: l’una prevede la presentazione della proposta al MIC per l’ottenimento del Permesso, l’altra la richiesta di una convalida da parte del MIC. Il Permesso del MIC è richiesto nei casi in cui:

– l’investimento avvenga in uno dei settori ritenuti strategici dal governo;

– il capitale per l’investimento superi una determinata soglia da definire;

– l’investimento possa arrecare danni all’ambiente;

–  l’investimento preveda l’utilizzo di terreni appartenenti allo Stato.

Il MIC esaminerà la proposta e, qualora ritenuta positiva per gli interessi del Paese, l’investimento verrà approvato.

Professional Service_CB icons_2015 Servizi correlati: Servizio di consulenza di pre-investimento e accesso al mercato di Dezan Shira & Associates

 Per gli investimenti che non prevedono il Permesso del MIC ma per cui si  intenda beneficiare degli incentivi fiscali o del periodo massimo di locazione, è richiesta la presentazione per la convalida del MIC. Il MIC esaminerà la proposta e, se l’investimento rispetterà le norme in vigore, procederà con l’approvazione. La richiesta per il Permesso del MIC e la convalida del MIC prevedono entrambe un procedimento di revisione. Tuttavia, ci si aspetta che la seconda sia più veloce e snella – dovendo semplicemente confermare che l’investimento sia conforme alla legge anziché valutare il suo beneficio per l’interesse nazionale.

Tutti i dettagli del processo di approvazione verranno resi noti nei prossimi mesi con l’entrata in vigore della legge.

Incentivi fiscali e contratti di locazione

Oltre ad un nuovo procedimento di approvazione, la Legge sugli Investimenti dovrebbe incrementare la capacità del governo di attirare investimenti esteri tramite l’introduzione di nuovi incentivi fiscali diretti principalmente ai settori chiave del Paese e allo sviluppo delle regioni più arretrate. Infatti, all’interno delle aree meno sviluppate del Myanmar (denominate “Zona 1”), saranno previste esenzioni sull’imposta sul reddito fino a sette anni. Nella “Zona 2” rientreranno le aree a sviluppo intermedio con un’esenzione fino a cinque anni. Le aree maggiormente sviluppate rientreranno invece nella “Zona 3” e gli investitori beneficeranno di un’esenzione fiscale fino a tre anni. Inoltre, il governo riconosce ulteriori incentivi fiscali per promuovere alcuni settori, generalmente ad alta intensità di lavoro, come il settore manifatturiero, la costruzione di infrastrutture, l’agricoltura e la trasformazione dei prodotti alimentari. Per incoraggiare maggiori investimenti, adesso il governo sta riconoscendo agli investitori stranieri diritti più ampli in materia di locazione dei terreni. Con l’entrata in vigore della Legge sugli Investimenti, gli investitori stranieri saranno infatti in grado di affittare un terreno direttamente da un privato e per un periodo  superiore a 50 anni, con la possibilità di due estensioni di 10 anni per le regioni meno sviluppate. Consentire agli stranieri l’affitto dei terreni nelle regioni più arretrate e per un periodo più lungo fornisce un ulteriore incentivo ad investire in tali regioni, che sono al momento caratterizzate da infrastrutture inadeguate e altre limitazioni. È tuttavia importante notare che, sebbene la Legge sugli Investimenti introduca una serie di nuovi incentivi, essi verranno applicati soltanto ai nuovi investimenti e non a quelli già presenti.

Related-Reading-Icon-Asean Link Per saperne di più: The Guide to Corporate Establishment in Myanmar

Cosa osserviamo

La nuova Legge sugli Investimenti va a definire la struttura giuridica del Paese che governa gli investimenti locali e esteri, offrendo una serie di incentivi per incrementarli. Gli incentivi stessi rappresentano un importante beneficio, ma il maggior vantaggio della legge consiste nel definire un sistema in cui gli investitori possono operare, permettendogli di entrare in quello che è ancora un incerto mercato di frontiera. Coincidendo con la rimozione delle sanzioni americane, l’ambiente economico del Myanmar sta gradualmente diventando più stabile e favorevole per gli investitori. La Legge indica le priorità e l’attenzione del governo nel favorire la crescita del settore manifatturiero del Paese, nel colmare il deficit infrastrutturale e nel sostenere le regioni più arretrate. Molte specifiche caratteristiche della Legge sugli Investimenti devono ancora essere rese note, tuttavia possiamo notare la generale impostazione a migliorare l’attrattività del Paese quale destinazione di investimenti diretti esteri, soprattutto a fronte della sua vasta e conveniente forza lavoro.

 


Chi
Siamo

Asia Briefing Ltd. è una controllata di Dezan Shira & Associates. Dezan Shira & Associates è una società di consulenza specializzata nell’assistenza agli investimenti diretti esteri per le società che intendono stabilire, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. I nostri servizi includono consulenza legale e strategica all’investimento, costituzione e registrazioni societarie, tenuta contabile con redazione di bilanci periodici ed annuali, consulenza fiscale e finanziaria, due diligence, revisione contabile, gestione tesoreria, libri paga e personale, transfer pricing, consulenza IT, sistemi gestionali, deposito marchi e servizio visti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo: italiandesk@dezshira.com o a visitare il nostro sito: www.dezshira.com.

Per rimanere aggiornati sugli ultimi trend degli investimenti e del business in Asia, iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere notizie, commenti, guide e risorse multimediali.

 

 

Related Reading Icon-ASEAN-Ita

Import & Export in Vietnam: settori chiave e accordi di libero scambio
In questo numero di Vietnam Briefing, esaminiamo gli aspetti chiave dell’import e dell’export del Paese, focalizzato sul tessile, sulla telefonia e sulla componentistica delle automobili. Inoltre, analizziamo le opportunità per il Vietnam alla luce della sua inclusione in blocchi commerciali regionali multilaterali, prima di esaminare l’Accordo di Libero Scambio tra l’Unione Europea e il Vietnam nel dettaglio. Infine, diamo una panoramica dei requisiti per la creazione di una società commerciale in Vietnam.

 

Revisione fiscale e compliance in VietnamRevisione contabile e fiscale in Vietnam
In questo numero di Vietnam Briefing, mostriamo le più recenti modifiche alle procedure di revisione e forniamo indicazioni su come garantire che le attività di compliance siano completate in modo efficiente ed efficace. Ci soffermeremo in particolare: all’avvicinamento dei VAS vietnamiti agli IFRS, all’emergere del pagamento elettronico delle imposte (e-filing), e alle procedure di audit e compliance per le imprese di proprietà straniera e per gli uffici di rappresentanza.

CB 2015 1 issue cover 90x126

Rimpatriare gli utili dal Vietnam
La rimessa degli utili dal Vietnam può rivelarsi un processo complesso e laborioso anche per gli investitori più esperti. In questo numero di Vietnam Briefing, presentiamo i regolamenti esistenti in materia di trasferimenti degli utili e forniamo una guida su come rispettare le relative norme. Inoltre, introduciamo gli organi governativi competenti e forniamo consigli esperti sulla gestione delle perdite.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll to top